Ma ieri la fortuna ha bussato alla porta di un signore di mezza età, probabilmente residente in zona, grazie allacquisto di due tagliandi de Il miliardario, da cinque euro ciascuno, avvenuto alla tabaccheria del Redentore, alla Giudecca.
Ecco un breve articolo che presenta la nostra attività pubblicato sul portale della.I.T.
Il gratta e vinci giusto è caduto nelle mani di un cliente non abituale, ma se il toto-nomi è già partito, la tabaccheria mantiene il massimo riserbo: «Glielho promesso, anche perché non conosco il suo nome, quindi non potrei comunque indicarlo» spiega Umberto Pascarella, titolare.06/47251 Fax 06/4817211 Email: Area Amministrazione, sito web sviluppato da dm3.La perfetta integrazione con i nostri software (a partire dalla versione Gold) non comporterà nessuna modifica al vostro modo di operare.«Lo vedo spesso qui alla Giudecca - dice - ma non è uno dei soliti giocatori che frequentano la nostra tabaccheria.«È un fatto sicuramente curioso, perché accade per la seconda volta in sei anni, con lo stesso sistema e dello stesso importo spiega quasi incredulo Umberto.Associazione italiana tabaccai 2015 Confesercenti Via Nazionale, Roma Tel.Lesercente fornisce quindi un identikit di massima del fortunato offerte volantino auchan casamassima vincitore.Può essere usato dal lato interno del bancone o lasciando operare in autonomia il cliente.A quel punto la reazione delluomo è stata tranquilla.Due coniugi di, salerno, titolari di una rivendita di tabacchi in via Posidonia, sono stati denunciati dai.Si è messo a grattarli proprio fuori dalla porta del negozio, in fondamenta, poi ha atteso che la tabaccheria si svuotasse ed è rientrato per chiedermi conferma di aver capito bene il significato.Però sono contento per lui, gli cambierà veramente la vita».Venezia - È un colpo di fortuna che promette di cambiare la vita a lui e alla sua famiglia, perché cinquecentomila euro sono una cifra che si può solo sognare di avere da un giorno allaltro.Il tabaccaio ricostruisce quindi come sia accaduto il tutto.Casse automatiche, efficienza e sicurezza nella gestione del contante.



«Gli ho chiesto se avesse realizzato che avrebbe smesso di dover lavorare - continua Umberto - io mi sarei buttato in acqua dalla felicità, invece lui è rimasto tranquillo e infatti mi ha confermato che forse non aveva ancora capito cosa fosse davvero successo».

[L_RANDNUM-10-999]